Blog

Una nonna tecnologica

Mia nonna deve essere impazzita. Si è comprata lo smartphone, mi scrive su Whatsapp per chiedermi cosa voglio per pranzo (ovviamente, è una nonna e pensa al mio sostentamento!), ha la smart TV – che ok, non sa utilizzare, però l’ha comprata. Immaginate il mio stupore nel vedermi arrivare, qualche giorno fa, una sua mail con oggetto voglio comprare una Ravelli stufe a pellet.

Ammetto di aver fatto prima un giro su internet per capire cosa fosse, non ne avevo idea. Ne avevo vista una dal vivo in un B&B dove trascorsi una notte in Toscana, ma pensavo fosse una classica stufa a legna. Quindi ho dovuto capire bene come funzionassero, quanto consumassero e come sceglierne una che le andasse bene. Lei, di tutta risposta, mi ha detto che aveva già fatto una cernita ed era indecisa tra due modelli.

Ora, io sono felice che mia nonna sia così sveglia alla sua età, ha settant’anni e sembra una ragazzina. Non parlo solo di aspetto, ma proprio di mentalità, il fatto che sia così hi-tech ne è una dimostrazione. Mi ha chiesto se l’accompagno io a comprare la stufa, voleva acquistarla da internet ma poi si è resa conto che in effetti poteva essere complicato farsi trovare a casa, di mattina, visto che mia sorella ha una bambina piccola che passa ogni mattina con mia nonna mentre lei va a lavorare.
Ho sentito un’azienda qui della zona che mi ha spiegato che, per venire in contro ai propri clienti, dà sempre modo di trovare un accordo che vada bene per entrambi per il trasporto e la consegna.

Mia nonna, però, mi ha detto che ha già visto dove comprare il pellet. Quello lo compra da internet con il suo conto PayPal che si è fatta da sola. A me c’è voluto un giorno intero per capire come collegare la carta al conto virtuale, lei in mezz’ora aveva già fatto tutto. Mi sa che tra me e lei la persona più giovane non sono io.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *