Cosa fare in Riviera

Territorio
Le strade dei vini
Entroterra
Attrazioni
Ristoranti
Shopping

Entroterra

Basta spostarsi di poco dalle località costiere della Riviera Adriatica ed ecco che si scopre un altro volto della Romagna. Quello della Signoria dei Malatesta, dei segni del Montefeltro, delle preziose testimonianze storiche e naturalistiche.

Da Rimini e Riccione puoi raggiungere località dell’entroterra come Casteldelci e il famoso castello dei signori della Faggiola che ha ospitato Dante. Da Cattolica basta poco per giungere fino a Gemmano e la sua Riserva Naturale di Onferno, oppure Montegridolfo, antico borgo restaurato e il Museo della Linea dei Goti. Ancora, Pennabilli, con le opere del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra, Santarcangelo di Romagna e il MET, il Museo etnografico e Verucchio, culla dei Malatesta.

La Riviera Romagnola con le sue ampie spiagge, i suoi colori tipicamente mediterranei, le case basse e i viali alberati, lasciano il posto a paesaggi completamente differenti quando si giunge nella zona del Montefeltro, con paesi arroccati su colline come San Leo e Sant’Agata Feltria.

Se vuoi stupire i tuoi bambini, visita con loro i parchi e le riserve naturali disseminati lungo l’entroterra romagnolo. Da Bellaria, ad esempio, puoi dirigerti verso la Riserva Naturale di Onferno, con le grotte Carsiche, a Gemmano. Oppure andare alla scoperta delle Grotte Tufacee di Santarcangelo, cunicoli artificiali scavati dall’uomo che durante la guerra servivano da rifugio della popolazione.
L’Oasi Montebello, in zona Torriana/Montebello è un’altra meta ideale per la famiglia. Milleduecento ettari di parco naturale che dal Parco del Marecchia arriva fino a Montebello, con percorsi a piedi e in bicicletta, aree pic nic e una flora e fauna uniche.

L’entroterra romagnolo è facile da raggiungere dalla costa, ovunque tu sia. Da Rimini, Riccione, Cattolica o Igea Marina, puoi programmare pratiche escursioni giornaliere verso i borghi arroccati e i parchi naturali.